Skip links
shop
Scopri

L’ala del drago

Superbo, orgoglioso, raffinato

Da origini umili, L’Ala del Drago si evolve per diventare un’icona del territorio. La rusticità del Gutturnio ingentilita da un paziente processo di affinamento in barrique: una combinazione di Barbera e Croatina che rende giustizia alle proprie radici.

LA TRADIZIONE RIVISITATA

C’è un tesoro da trovare nell’ordinario e spesso è proprio lucidando una pietra grezza che si scovano sorprese passate inosservate. È questione d’istinto: vedere il potenziale nel consueto e trasformare un’immagine abituale in un’opera d’arte.
Se c’è un vino che rappresenta la regione dei Colli Piacentini è il Gutturnio che da oltre un secolo scandisce i giorni di chi abita questa regione. Pungente e deciso, il Gutturnio si presenta senza mezzi termini. La realtà è che dietro la sua facciata graffiante questo vino nato dalla combinazione di Barbera e Croatina, nasconde un carattere morbido, elegante e raffinato. L’Ala del Drago nasce dal nostro desiderio di far emergere il carattere nobile del Gutturnio. Prodotto da vigne con quarant’anni di età e affinato in barriques di rovere per 18 mesi, L’Ala del Drago rende omaggio alle proprie radici, spiazzando chi beve con un colpo di scena che resta impresso.

carattere

Gutturnio Superiore D.O.C biologico prodotto dalla combinazione di uve Barbera (60%) e Croatina (40%) e affinato in rovere per 18 mesi. Morbido, corposo e raffinato, il miglior Gutturnio della Cantina Luretta eleva la tradizione e si abbina perfettamente a primi piatti saporiti e sughi di carne.

Annate/Formati
Abbinamenti
Carni in umido, Carni rosse, Formaggi
Uvaggi
Barbera, Croatina
Tipicità
Corpo
Tannico
Frutta
rossa
Tradizione
Corpo
Evoluzione

Siete stati in ginocchio sui vostri bicchieri attendendo futuri migliori
Sospirando vicino al mio regno di eccessi ma toccando la porta da fuori
Quando io ero sul trono, stavate ancora spazzando la stalla
E quando stavate vincendo son ritornato a rubarvi la palla…

– Davide Van De Sfroos, L’Alain Delon de Lenn

storia

La prima bottiglia dell’Ala del Drago viene rilasciata sul mercato nel 2001, ma le sue origini risalgono a diversi decenni prima. I vigneti di Barbera e Croatina utilizzati per la produzione del vino, infatti, sono tra i più antichi della Cantina Luretta. Con i loro quarant’anni di età permettono di creare un Gutturnio dalle sfumature sorprendenti, più morbido e corposo rispetto alla maggior parte delle bottiglie con questo nome.

In seguito alla fermentazione, L’Ala del Drago viene affinato in barriques di rovere per 18 mesi, prima passare ad una fase di affinamento in vetro di 24 mesi. Il paziente processo di affinamento e la produzione secondo i dettami dell’agricoltura biologica contribuiscono a rendere questo vino un’eccellenza regionale.